Italy

Hello Europe Italia

La migrazione che fa innovazione

Ashoka ha lanciato nel 2016 Hello Europe, la piattaforma per promuovere e supportare progetti di imprenditoria e innovazione sociale nel settore migratorio.

L’Italia, che è tra i primi paesi d’arrivo dopo la Germania, non è rimasta immune al clima generale di intolleranza contro gli immigrati, alla cui presenza viene spesso attribuito l’aumento di criminalità, insicurezza e degrado.

Ashoka Italia però intende andare in controtendenza rispetto alle modalità con cui si affronta il tema: l’obiettivo di Hello Europe è di modificare il paradigma secondo cui l’immigrazione è un problema, trasformandolo in una visione delle migrazioni umane come opportunità di crescita, cambiamento e sviluppo per le società e i territori.

In Italia Hello Europe è partito con un evento a Torino il 12 Aprile 2019, Hello Europe Italia | La migrazione che fa innovazione.  del 12 aprile sarà un’occasione unica per conoscere una nuova risposta alla questione migratoria.

A seguito di un’attenta selezione di Ashoka Italia in collaborazione con i partner e con alcuni Ashoka Fellow, sarà possibile conoscere i 15 imprenditori sociali più innovativi del nostro Paese. In una galassia eterogenea di proposte, idee e progetti sociali mirati a ribaltare i paradigmi del mondo della migrazione, Ashoka Italia ne ha selezionati 15 che hanno presentato il proprio progetto all’evento e in 8 sono riusciti a passare la fase cruciale di un percorso che mira a trasformare l’innovazione sociale in una reale proposta di cambiamento che verrà presentata ai nuovi Parlamentari Europei eletti quest’anno.

Con le loro soluzioni innovative nei campi di immigrazione, accoglienza e integrazione dei cittadini stranieri, dimostrano che la soluzione non è la politica dei respingimenti né l’accoglienza di persone in difficoltà, ma lo sviluppo di progetti dove i migranti sono spesso essi stessi artefici della soluzione.

 

Il progetto è reso possibile grazie al sostegno di:

Compagnia di San Paolo
Fondazione CRT
Fondazione con il Sud
Robert Bosch Stiftung
Fondazione Schöpflin Stiftung
Zalando
PWC
Oliver Wyman

E la collaborazione di:
Nesta Italia
Comunità di Sant’Egidio
Fondazione Ismu
Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM)

AL FINE DI SELEZIONARE LE IDEE PIÙ INNOVATIVE NEL CAMPO DELL’IMPRENDITORIA SOCIALE, HELLO EUROPE ITALIA SI STRUTTURA IN 5 FASI:

 

 

  1. Creazione di una rete di partner che possa attiivarsi nella ricerca di modelli di accoglienza e integrazione già attivi sul territorio.
  2. Mappiamo le idee più innovative attraverso la network analysis e creiamo una mappa dell’innovazione sociale sul tema dell’immigrazione in Italia.
  3. Selezioniamo 15 idee attraverso una giuria composta da diversi partner. Le migliori verranno presentate alla conferenza nazionale sul tema “Migrazione e Innovazione”.
  4. Premiamo 8 idee innovative alla quali verrà destinato un accompagnamento da parte della rete di Ashoka e dei suoi partner al fine di migliorare e amplificare i progetti per un maggiore impatto sul territorio.
  5. Le proposte di Hello Europe Italia, unite a quelle degli altri paesi europei aderenti verranno proposte ai candidati in corsa per le elezioni politiche europee del 2019, ai fini di invitare gli stessi a modificare e adottare nuovi modelli per fronteggiare i cambiamenti e le sfide di immigrazione e accoglienza  in Europa.

La Mappatura dell’innovazione sociale

 

I 15 progetti presentati all’evento di lancio del 12 Aprile 2019 a Torino e gli 8 vincitori del percorso di accelerazione sono il risultato di una mappatura condotta da Ashoka Italia, che ha visto coinvolte più di 100 realtà sparse in tutta Italia.

E’ stato utilizzato un metodo familiare ed efficace, che Ashoka utilizza da tempo per mappare l’imprenditoria sociale: la snowball analysis, una modalità di raccolta dati per identificare efficacemente attori chiave, specialisti, nuovi operatori e realtà periferiche in un settore specifico. Il metodo è innovativo perché utilizza lo strumento delle interviste e delle nomination per allargare la rete di realtà conoscibili. In questo modo agli individui chiave individuati viene chiesto di segnalare chi ritengano sia importante e stia innovando un determinato settore.

E’ emerso che l’Italia è un Paese dove l’imprenditoria sociale rivolta alla migrazione è un fenomeno abbastanza recente; che c’è una dispersione a macchia di leopardo di realtà innovative ma in scarso contatto tra di loro, e ciò che forse costituisce la nota più dolente è che non sia presente un ecosistema altamente funzionale. Ma al fianco delle problematiche, è emersa la forte volontà di collaborazione e contaminazione. Unisce infatti la certezza di poter trovare finalmente una terza via all’approccio buonista o cattivista: la via della migrazione che fa innovazione sul territorio nazionale.

 

I primi 15 progetti selezionati

 

Leggi qui il portfolio delle 15 soluzioni più innovative in Italia sul tema della migrazione, che hanno presentato il proprio progetto all’evento di lancio del 12 Aprile 2019 a Torino.

Hello Europe Italia – Progetti

 

Il portfolio delle soluzioni internazionali è invece consultabile a questo link.

Gli 8 vincitori

 

Dalla mappatura che ha visto coinvolte più di 100 realtà sparse in tutta Italia, sono emerse personalità eclettiche e capaci di veicolare nuove prospettive di azione e mutamento sociale come Chris Richmond N’zi, che attraverso la sua start up Mygrants ha saputo convincere la giuria dell’importanza di mappare talenti e competenze dei cittadini stranieri che vivono in Italia. Anche la realtà tutta etica e lavoro di Funky Tomato, la cui lotta contro lo sfruttamento e il caporalato nasce da una semplice bottiglia di pomodoro, è salita sul palco tra gli 8 finalisti.

Altri protagonisti che hanno saputo tenere accesa l’attenzione sulle tematiche principe della giornata del 12 Aprile sono stati Mamadou Lamine Ndiaye col suo Mama Venture, Wajat Abbas che dalla sua piattaforma sociale Il Grande Colibrì presta sostegno e attenzione ai giovani omosessuali stranieri in condizioni di fragilità; Donatella Forconi che con la sua impresa Cuochi a Colori, ha raccontato della rinascita delle donne migranti attraverso l’empowerment nato dallo storytelling di piatti e sapori tipici dei  paesi di provenienza, Mara Alacqua, ideatrice di BeeMyJob che attraverso l’apicoltura forma lavoratori migranti, impiegati in un settore piuttosto vivace, Samantha Musarò di Semino che convince tutti con la sua impresa a chilometro zero, e infine Luca Iacovone che con Silent Accademy lavora al fine di valorizzare i saperi artigianali dei rifugiati presenti in Italia.

 

 

Gli otto vincitori parteciperanno ora ad un programma di mentorship e accelerazione che li guiderà verso un percorso di crescita e maggiore collaborazione, utilizzando strumenti e metodi largamente sperimentati da Ashoka per tracciare strategie di impatto sistemico.

Al percorso partecipano consulenti di PWC, Oliver Wyman e diversi altri partner e alleati di Ashoka.

L’obiettivo è di trasformare i diversi percorsi maturati sul suolo Europeo, in quella terza via che a Torino abbiamo conosciuto, tracciato e sostenuto.

FONDAZIONE CRT

La Fondazione CRT è un ente privato non profit che interviene nei settori chiave dello sviluppo di Piemonte e Valle d’Aosta.

Sono tre le macro aree di interesse in cui la fondazione investe principalmente:Arte e Cultura, Ricerca e Istruzione, Welfare e Territorio –  spaziando dalla conservazione e valorizzazione dei beni artistici e delle attività culturali alla ricerca scientifica, l’istruzione e la formazione; dall’assistenza alle categorie sociali deboli alla protezione civile; dalla tutela ambientale all’innovazione di processi e istituzioni.

FONDAZIONE COMPAGNIA DI SAN PAOLO

La fondazione Compagnia di San Paolo di Torino sostiene attività di utilità sociale per favorire lo sviluppo civile, culturale ed economico.

La Compagnia di San Paolo è attualmente una fondazione di origine bancaria, nonché una delle più antiche e maggiori fondazioni private in Europa.

FONDAZIONE CON IL SUD 

Fondazione CON Il SUD è un ente non profit privato nato il 22 novembre 2006 dall’alleanza tra le fondazioni di origine bancaria e il mondo del terzo settore e del volontariato, per promuovere l’infrastrutturazione sociale del Mezzogiorno, cioè percorsi di coesione sociale e buone pratiche di rete per favorire lo sviluppo del Sud.

FONDAZIONE SCHÖPFLIN

La Fondazione Schöpflin è una fondazione indipendente e caritatevole con sede in Germania, attiva nei settori dell’istruzione, della sanità e della società civile. Attraverso i fondi di beneficenza, la Fondazione è in grado di sviluppare progetti individuali focalizzati a livello locale, sostenendo allo stesso tempo le organizzazioni che operano in tutto il paese. Nel cuore della filosofia della Fondazione c’è l’impegno di creare un mondo più umano e un futuro migliore sia per le giovani generazioni che per le generazioni future.

FONDAZIONE ROBERT BOSCH STIFTUNG

La Fondazione Robert Bosch Stiftung è una delle più grandi d’Europa associata ad una compagnia privata. E’ attiva soprattutto nell’ambito del finanziamento e supporto settori della cura, dell’educazione, della formazione e dell’istruzione.

PWC

PWC è un network internazionale, operativo in 158 Paesi con circa 223.000 dipendenti, che fornisce servizi di consulenza di direzione e strategica, revisione di bilancio e consulenza legale e fiscale.

 

OLIVER WYMAN

Oliver Wyman è un leader globale nella consulenza manageriale. A una profonda conoscenza di settore unisce competenze specializzate in strategia, operazioni, gestione del rischio e trasformazione dell’organizzazione. Ha uffici in oltre 50 città, in quasi 30 Paesi.

ZALANDO

Zalando SE è una società di e-commerce con sede a Berlino, in Germania, specializzata nella vendita online di scarpe, vestiti e altri accessori. Creata nel 2008, offre il suo servizio di rivendita in 17 stati in Europa.

CONTATTI

Per maggiori informazioni o per scoprire come sostenere le iniziative di Hello Europe Italia scrivere a:

Alessandro Valera – Direttore di Ashoka Italia:

avalera@ashoka.org

Djarah Kan:

dkan@ashoka.org

NESTA 

Nesta è una fondazione che opera a livello globale dedicata all’innovazione. Nasce nel 1998 con il nome di National Endowment for Science Technology and the Arts (sovvenzione nazionale per la scienza, la tecnologia e le arti). Oggi Nesta è un’organizzazione filantropica indipendente del Regno Unito che opera a livello internazionale sviluppando e diffondendo idee nuove dotate delle potenzialità in grado di cambiare il mondo in meglio.

OIM

Fondata nel 1951, l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM)  è la principale organizzazione intergovernativa in ambito migratorio.
L’Italia è uno dei paesi fondatori.
Attualmente gli Stati Membri sono 173. L’OIM ha una struttura flessibile e ha oltre 460 uffici dislocati in più di 100 paesi.

ISMU

La Fondazione Ismu è una fondazione con sede a Milano che produce e sostiene ricerche, dati statistici e iniziative sulla società multietnica e multiculturale e sui fenomeni migratori.

Fondazione Ismu crede  che il dialogo favorisca il riconoscimento e la promozione dei diritti fondamentali di ogni individuo. E si impegna ogni giorno, per comprendere i fenomeni migratori, diffonderne una corretta conoscenza, proporre risposte efficaci e realizzare interventi.

COMUNITA’ DI SANT’EGIDIO

La Comunità di Sant’Egidio è un movimento laicale di ispirazione cristiana cattolica, che si definisce come “associazione pubblica di laici della Chiesa”. Nata in Italia nel 1968, è oggi diffusa in più di 70 paesi in diversi continenti ed opera su diversi fronti per il sostegno delle comunità più esposte alla povertà e all’emarginazione.

CONTATTI

Per maggiori informazioni o per scoprire come sostenere le iniziative di Hello Europe Italia scrivere a:

Alessandro Valera – Direttore di Ashoka Italia:

avalera@ashoka.org

Djarah Kan:

dkan@ashoka.org

CONTATTI

Per maggiori informazioni o per scoprire come sostenere le iniziative di Hello Europe Italia scrivere a:

Alessandro Valera – Direttore di Ashoka Italia:

avalera@ashoka.org

Giulia Sergi – Program Manager Ashoka Italia:

gsergi@ashoka.org